.
Annunci online

celine [ Noi non cambiamo mai! Né calzini, né padrone, né opinioni, oppure cambiamo troppo tardi, quando non ne vale più la pena ]
 


Blog dall'aggiornamento saltuario per avvenuta seconda paternità del titolare. 



Ritagli di sport 


Racconto Fotografico


C'è del Bang&Olufsen in Danimarca

 


Ciao Cipe

 

 



The Right Nation
Walking Class

1972
Calimero
Carlo Menegante
Federalista
Guerre civili
I love America
Jim Momo
KrilliX
Regime Change

 


 





 

 


2 aprile 2007


Telecom, l'italianità e gli scenari sconcertanti

Il piano di Tronchetti Provera di vendere Telecom Italia all'estero non piace al governo. Addirittura qualche autorevole ministro parla di scenario "sconcertante". Non si può perdere anche il settore industriale delle telecomunicazioni (Vodafone, Wind, 3, Fastweb già sono di proprietà straniera).

Si tratta di una difesa nazionale dirigista. Questo è il mercato, bellezza. Non si può andare avanti con privatizzazioni finte (caso Telecom prima maniera) o liberalizzazioni nane (decreto Bersani). Se c'è qualche soggetto italiano interessato all'azienda posseduta da Pirelli e Benetton che si faccia avanti. Altrimenti è giusto che vada all'estero. E poi la perdita della bandierina italiana sulle aziende non è qualcosa di irreversibile. Chi impedisce ad un grande industriale italiano di lanciare un'Opa su un'azienda andata oltre confine?

E' curioso poi lo strabismo di alcuni ministri. Sul tentativo di Enel di comprare Endesa c'è unanimità di consensi. tutti schierati dietro l'azienda elettrica con il tricolore in mano. Però se questo avviene al contrario, pronti ad alzare barricate.

Bersani 1 su Telecom: Sconcerto per le prospettive sul piano industriale
Bersani 2 su Enel/Endesa: Forse un ragionamento su scala europea sulla contendibilità delle imprese sarebbe utile.

Già sarebbe utile.




permalink | inviato da il 2/4/2007 alle 13:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia     marzo