.
Annunci online

celine [ Noi non cambiamo mai! Né calzini, né padrone, né opinioni, oppure cambiamo troppo tardi, quando non ne vale più la pena ]
 


Blog dall'aggiornamento saltuario per avvenuta seconda paternità del titolare. 



Ritagli di sport 


Racconto Fotografico


C'è del Bang&Olufsen in Danimarca

 


Ciao Cipe

 

 



The Right Nation
Walking Class

1972
Calimero
Carlo Menegante
Federalista
Guerre civili
I love America
Jim Momo
KrilliX
Regime Change

 


 





 

 


31 ottobre 2003


Conflitti di interesse familiari

Secondo il Riformista alcuni movimenti no global, guidati dal centro sociale Tempo Rosso, si starebbero organizzando per rompere le scatole alla Federazione delle Associazioni Italia-Israele, che da oggi si riunisce a Capua. Il presidente della Associazione Italia-Israele di Caserta è Vincenzo Palmesano: ex An, oggi Udc, considerato uno dei tessitori dell'agognato viaggio di Fini in Israele. Il portavoce del centro sociale Tempo Rosso, invece, si chiama Massimiliano Palesano, ed è il figlio di Enzo: Il padre organizza il congresso, il figlio si adopera per impedirlo.




permalink | inviato da il 31/10/2003 alle 20:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


31 ottobre 2003


Compagni che sbagliano

Andrea's Version (alias Andrea Marcenaro)

Qui non si fa politica, si ride, se si riesce. Ma Bruno Trentin fa girare le balle. Sentite come ha motivato l’assoluta e sempiterna estraneità sindacale all’eversione: “Che il vecchio terrorismo cercasse in ogni occasione di infiltrarsi nelle cellule di base sindacali lo abbiamo mille volte constatato e mille volte combattuto. Guido Rossa è morto per aver denunciato la distribuzione di volantini di un altro lavoratore della sua azienda…”. Vero, anzi, sacrosanto. Con una piccola aggiunta. Quando Rossa denunciò il brigatista Berardi, la sezione del Pci dell’Italsider, la sua sezione, che coincideva in gran parte col suo sindacato, lo accusò per quel gesto, lo redarguì e lo lasciò solo. Lo sapevano anche le pietre, a Genova. Erano i tempi, era la città, era il costume, o la cosiddetta “contiguità” con i compagni che sbagliano, oppure quel cazzo che vi pare, ma così è andata. I compagni della sezione Amilcar Cabral si lacerarono dopo l’assassinio delle Br e ne discussero straziati, prima tra di loro, poi anche pubblicamente e alcuni perfino per iscritto. Trentin questo lo sa. E siccome la sua dichiarazione fa ridere, s’è pensato che per oggi bastasse.

Il Foglio




permalink | inviato da il 31/10/2003 alle 19:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 ottobre 2003


Tigri celtiche all'esame di maturità

Interessante dossier. Qui




permalink | inviato da il 29/10/2003 alle 20:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


29 ottobre 2003


Suvvia, Furio non faccia così...

Titolo di prima pagina dell'Unità di oggi "Lo scandalo della Finanziaria sequestrata"

Corsivo di Massimo Gaggi, Corriere della Sera di oggi: "Già nove anni fa Berlusconi fece ricorso al voto di fiducia sulla manovra finanziaria (e anche quella volta c'era di mezzo un condono edilizio). Prima di lui la fiducia sulla finanziaria l'avevano chiesta i governi Craxi e Goria, dopo di lui toccò a Dini e perfino a Prodi nel '96."




permalink | inviato da il 29/10/2003 alle 18:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


29 ottobre 2003


Opposizione cercasi

In tre godibili articoli il Riformista analizza la crisi delle opposizioni in Francia e Gran Bretagna.

Oltralpe i socialisti sono alle prese ancora con lo choc delle ultime presidenziali, quando Lionel Jospin venne scippato del ballottaggio da Jean Marie Le Pen. Ancora oggi - secondo il quotidiano di Polito - si interrogano se hanno perso perché portavoci di una politica troppo vecchia o perché hanno abbandonato le lotte sociali e sono stati scavalcati a sinistra dalla destra di Le Pen. In vista delle presidenziali 2007 si preparano alla sfida due notabili del partito: l'ex primo ministro Laurent Fabius e l'ex ministro delle Finanze Dominique Strauss-Kahn.

In Gran Bretagna situazione poco allegra per i conservatori alla ricerca di anti Blair. Le ragioni un leader poco carismatico, Ian Duncan Smith, scelto per la prima volta dagli iscritti al partito, anziché dal gruppo parlamentare. Una novità che, per l'età anagrafica molto avanzata degli iscritti, a portato a scegliere un candidato incapace di ascoltare il paese moderno.

Insomma di cambi governo in Francia e UK non si parla. Vuoi vedere, che al prossimo giro di ruota, l'unico a cadere sarà il Cav.? 




permalink | inviato da il 29/10/2003 alle 15:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


28 ottobre 2003


Il crocefisso, la sinistra e l'ipocrisia

C'è molta ipocrisia nelle dichiarazioni dei vari esponenti di sinistra sulla sentenza crocefisso. La sinistra che ha sempre rivendicato la laicità dello stato e attaccato per anni i democristiani di inseguire supinamente le sottane dei prelati, oggi si dichiara scandalizzata per una sentenza a dir poco ovvia. Non sono in discussione le tradizioni cristiane del belpaese, ma semplicemente la laicità delle istituzioni. Una scuola pubblica, così come un ospedale o caserma dei carabinieri deve essere un luogo laico aperto a tutti i cittadini. Poi nella scuola c'è l'ora di religione e negli ospedali le cappelle dove pregare, ma il luogo pubblico deve mantenere una propria neutralità. Sentire oggi Livia Turco che si scaglia contro la sentenza puzza molto di ipocrisia. Ingenuo poi farsi coinvolgere da chi quella sentenza ha indotto, quel ridicolo personaggio che risponde al nome di Adel Smith.

 

Mi perdoni Attentialcane se seguo l'onda e mi accodo all'effetto pecora.



permalink | inviato da il 28/10/2003 alle 12:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


27 ottobre 2003


Brigate Rosse

Le ricostruzioni sulle nuove Brigate Rosse lasciano perplessi e basiti.

Perplessità per le mille ingenuità compiute da questi presunti appartenenti alla lotta armata. L'uso disinvolto di schede prepagate, il viaggiare (Lioce e Gallesi) insieme senza documenti di copertura attendibili e reagendo quindi in maniera scomposta ad un controllo della Polfer, appuntare indizi su palmari (Lioce).

Basiti per quanto hanno faticato le forze dell'ordine a venire a capo di un fenomeno che non ha reali agganci con i conflitti sociali e che si muove in maniera così scomposta rispetto ai predecessori.




permalink | inviato da il 27/10/2003 alle 19:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


27 ottobre 2003


Miglior comunità weblog

Il Cannocchiale ha solo 4 voti. Votate!




permalink | inviato da il 27/10/2003 alle 17:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


24 ottobre 2003


Barbapapà stigmatizza Violante

Il fondatore di Repubblica, Eugenio Scalfari, bacchetta l'ex presidente della Camera sul Venerdì, rispondendo ad un lettore. «ho stima di Violante (...) ma quando si polemizza occorre essere precisi e misurati»




permalink | inviato da il 24/10/2003 alle 14:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


24 ottobre 2003


All'armi son fascisti

Secondo Avvenimenti, per le prossime elezioni europee si prepara una lista dell'estrema detrsa gemellata con il Front National di Jean Marie Le Pen. Due pagine carattere bianco su sfondo nero per mettere in rilievo la notizia truce. Leggendo bene, poi si scopre che in realtà al progetto lanciato dalla Fiamma Tricolore di Rauti ha aderito con riserve solamente il Fronte Nazionale di Adriano Tilgher, mentre Forza Nuova si è già detta non interessata.




permalink | inviato da il 24/10/2003 alle 11:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


24 ottobre 2003


New American Patriotism

«Non lasciatevi dire che chi contesta non è un patriota. E' vero il contrario. Non c'è nulla di più patriottico che mettere in discussione l'autorità. Sia in pace, sia di guerra»

Gen. Wesley Clark, candidato democratico alle elezioni presidenziali 2004. Ha anche un blog.




permalink | inviato da il 24/10/2003 alle 11:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


23 ottobre 2003


Il Partito di Fazio

Sostiene Cisnetto non esiste il Partito di Fazio. Fazio non gli ha proposto il ruolo di ventriloquo, né di far da battistrada ad una sua calata, sostiene Cisnetto. Sfruculiato da Sabelli Fioretti, elenca il suo governo ideale, "un governo Bersani-Alemanno", sostiene Cisnetto. Riuniti intorno al tavolo tondo di Palazzo Chigi, oltre ai due sopraccitati: Fini, Casini, Urso, Follini, Buttiglione, Pisanu, Enrico Letta, D'Alema, Fassino, Pezzotta, Rutelli, Zanone, Enzo Bianco, Maccanico e Amato. Questa, sostiene Cisnetto, la miglior squadra per fare le riforme. Il premier ideale? Antonio Fazio. Sostiene Cisnetto, l'uomo che nega l'esistenza del Partito Fazio.




permalink | inviato da il 23/10/2003 alle 15:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


19 ottobre 2003


Lettera aperta all'ESP

Egregio Signor Presidente (ESP),


non ci sono più parole. La vera rovina della nostra amata Inter non è (era) Cuper, ma Lei ESP. Dopo dieci anni di risultati scadenti, ESP, lei continua a vivere dentro un Lunapark. Nella sua onorata esperienza, ESP, lei ha già esonerato due allenatori a campionato in corso. Se non rammenta, ESP, le rammento i nomi: Gigi Simoni e Marcello Lippi. Il primo veniva da un secondo posto (con lo scandaloso rigore negato a Ronaldo contro la Juve) e da una vittoria in Coppa Uefa. A lei, ESP, però non piaceva. Non divertiva. Un periodo triste, non c’era atmosfera gaudente durante le riunioni tecniche con sua sorella Bedy. Non poteva allietare il pubblico di radical chic di cui ama contornarsi. Allora via. Meglio affidare la panchina a Mircea Lucescu, tecnico bollito dai risultati sconfortanti nelle precedenti esperienze. Di lui ricordiamo lo splendido risultato di Genova contro una Sampdoria  lontana dagli anni migliori (4-0 per i blucerchiati). Risultato: panchina affidata a Luciano Castellini prima a Roy Hodgson poi (già da lei cacciato alcuni anni prima). Risultato della geniale trovata: Lucescu-Castellini-Hodgson ci guidano ad un ottavo posto in campionata e ai quarti di Champions League.

L'anno successivo, ESP, lei offre la panchina a Marcello Lippi. Primo anno dai risultati non eccezionali, ne convengo. Quarti in campionato e finale di Coppa Italia. Termina la stagione e, ancora una volta, lei, ESP, non è soddisfatto. Indeciso se confermare il tecnico viareggino. Come con Simoni sceglie di non scegliere. Conferma l’allenatore pur non avendone fiducia. E così dopo la deludente prima giornata cacciato con la Reggina esonera Lippi. Per prendere chi? Marco Tardelli.

A volte, ESP, la storia è crudele. Tardelli arrivò all’Inter da giocatore bollito e torna in nerazzurro da allenatore inesperto. L’importanza dei tempi, si potrebbe dire. Tornando a noi, ESP, quali sono stati i risultati dell’esimio Tardelli? Il tecnico che oggi  rischia di portare in C il Bari ci regalò la stagione più fallimentare degli ultimi vent’anni. Obbligandoci ad assistere ad un penoso ed umiliante derby perso per 6-0.

Gli interisti restano inguaribili ottimisti e in tanti ci eravamo illusi, ESP, che lei avesse imparato che non è buona cosa cambiare in corsa. Forse lei non ci avrà fatto caso, ma quando si esonera un allenatore a campionato in corso occorre andare a prendere scarti o scarsi (non dimentichiamoci che Tardelli era in ballottaggio con Daniel Passerella, l’allenatore che nel Parma ha fatto rimpiangere addirittura Malesani, perdendo cinque partite su cinque). Quest'estate poteva licenziare Cuper e prendere allenatori di nome e prestigio, come Capello (di cui Sensi non vedeva l'ora di liberarsi) o Mancini (che per mesi ha aspettato che lei finisse di sfogliare la margherita).

ESP non ci costringa a rimpiangere il ragionier Pellegrini. Ci conforti che  l’esonero di Cuper e l’assunzione del sig. Zaccheroni, sono le ultime sue brillanti trovate. Non ci costringa ESP ad assistere all’ennesima farsa, di un campionato deludente con lo scarso Zaccheroni, alla sua conferma indecisa e alla sua cacciata dopo un paio di giornate l’anno venturo.

ESP si congedi. Da noi e dall’Inter. Senza rancore, il mestiere di figlio d’arte non è facile.

ESP, di grazia, se ne vada.




permalink | inviato da il 19/10/2003 alle 15:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


8 ottobre 2003


Classifica Blog - No Vip (top ten)

1. Personalità confusa - Mi ripeto, per me il n. 1 Dieci minuti di intelligente ironia al giorno. Indispensabile.

2. Attenti al cane - Ironico e sagace. Spettatore attento sullo scibile umano.

3. Leibniz - Bravissimo nel scovare notizie dalla stampa estera. Imperdibile.

4. Salto del Canale - Futurista e spiazzante. Intrigante nonostante ospiti Selvaggggia

5. Rolli - La più politica, la più arrabbiata, la più foglista, la più lucida (non sempre)

6. Nonsolorossi - Il punto di riferimento del Cannocchiale.

7. Pfaall - Sobrio ed essenziale il blog di Flavio Grassi. Poche ma selezionate notizie (o commenti).

8. Klamm - Notizie gustose dall'estero

9. Quarky - Pensieri laterali dalla Rete

10. Squonk - Have a seat + Read a post




permalink | inviato da il 8/10/2003 alle 16:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa


7 ottobre 2003


Classifica Blog - No Vip (dischi caldi)

11. Mario Adinolfi - un tizio che lascia il Partito Popolare per fondare l'ennesimo partito da prefisso telefonico o è un folle o un visionario. Opto per la prima.

12. Forza Paddick - uno sguardo nuovo su questioni spesso in secondo piano, come i sussidi all'agricoltura o il protocollo di Kyoto.

13. Acme - scoperto da non molto. Mi sembra interessante.

14. Lebowski - anche se sul comodino ha il libro di Fabio Volo, tiene un gustoso blog

15. Manteblog - uno dei profeti.

16. Uiallalla - ironico, sintetico, leggero, graficamente curato.

16bis Orfini - razionale, anticof, con lo stile calvinista del suo segretario, offre un interessante  analisi su casa Ds. Peccato per qual linguaggio da politburo.

18. 1972 - un buon blog essenzialmente di politica internazionale. Ottimo per non stare sempre a guardarsi l'ombelico e volare un po' più alto.

19. Calimero - essere tifoso del Bilan gli costa alcuni posti nella classifica.

20. il Griso - le cronache sul collegio docenti meriterebbero posizioni da top ten. Sul resto è un po' troppo prolisso.




permalink | inviato da il 7/10/2003 alle 18:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa


7 ottobre 2003


Classifica Blog - No Vip

Premessa I - per questioni di tempo guardo sempre gli stessi blog (grossomodo quelli messi tra i link).

Premessa II - la classifica non tiene conto minimamente di aspetti tecnologici (feed/rss/permalink...)

Premessa III - dalla classifica sono stati esclusi Musk e Napo per motivi diplomatici-amicali




permalink | inviato da il 7/10/2003 alle 18:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


3 ottobre 2003


Classifica Blog Very Important Person

1. Wittgenstein - Luca Sofri - Sintetico, essenziale. Pochi secondi e leggi l'update giornaliero. Poi se vuoi vattene al link. Pochi fronzoli, un po' d'ironia ed autocompiacimento per iniziare bene la giornata. I pezzi autobiografici su Lotta Continua restano una chicca.

2. Claudio Sabelli Fioretti - Più che un posto di pazzi come sostiene Filippo Facci, il suo blog è un guazzabuglio di difficile identificazione. E' il primo vip ad aver aperto un blog e non appartiene alla generazione che ha seguito l'onda.

3. Estremo Occidente - Federico Rampini - Altezzoso come si confà a un repubblicones, ma sicuramente intrigante nelle analisi. Non deve essere una brutta vita svernare in California in attesa che si liberi qualche poltrona del Gruppo Espresso.  

4. Camillo - Christian Rocca - E' in una fase di stanca. anche il Red. Corr. ha un po' stufato. Potrebbe dedicarsi ad altri giornali, o il sabato all'Espresso. Un quasi podio per stima.

5. Contaminazioni - Wlodek Goldkorn - Potrebbe aspirare al posto n.1 della mia personale "top ten" se solo aggiornasse con più frequenza.

6. Blog Trotter - Leonardo Cohen - Al contrario di quel che ne pensa Christian Rocca (l'ha definito il "peggior blog d'Italia") a noi il Blog Trotter piace. Le riflessioni di Cohen sono stimolanti,

7. Rimbalzi - Maurizio Crosetti - Dopo - molto dopo - Emanuela Audisio è la miglior firma sportiva di Repubblica (Mura e Clerici sono ormai in fase calante). Il calcio è passione e con i suoi post scatena centinaia di commenti. Un derby lungo un anno, per dirla come una trasmissione radiofonica romana.

8. Cotron Club - Roberto Cotroneo - Quelli dell'Espresso mi pare non abbiano ben capito il significato dei blog. Si sono buttati dentro alla moda senza vedere se i tenutari dei vari "diari" erano in condizione di mantenere l'impegno. Così la Valentini si è eclissata per un mese e mezzo (non che sia una grande perdita) e Enrico Pedemonte ha scritto l'ultimo post il 29 luglio (!). Comunque su Cotron Club a volte si trovano spunti interessanti. Meglio comunque il Cotron stroncatore letterario di quello che gigioneggia con i lettori chiedendo lumi sul titolo per il prossimo romanzo.

9. In questo mondo di squali - Pino Scaccia - Ha aperto una decina di blog l'inviato del Tg1. Un po' disorientante. Comunque le brevi cartoline dai posti dove viene spedito da Mimun non sono male.

10. MediaTrek - Ernesto Assante - Divagazioni sul mondo della musi




permalink | inviato da il 3/10/2003 alle 19:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


3 ottobre 2003


Classifica Blog

Nell'attesa che torni qualche spunto creativo e per festeggiare i 10.000 contatti. Ho deciso di farmi dei nemici e di stilare una mia personalissima, parziale e insindacabile classifica dei migliori blog. Divisa in due tronconi Vip e No Vip.

Partiamo con i VIP




permalink | inviato da il 3/10/2003 alle 19:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


3 ottobre 2003


Sondaggio

All'asSaltoDeiLibri




permalink | inviato da il 3/10/2003 alle 14:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


1 ottobre 2003



Blog temporaneamente chiuso. Per carenza d'idee




permalink | inviato da il 1/10/2003 alle 15:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre        novembre