.
Annunci online

celine [ Noi non cambiamo mai! Né calzini, né padrone, né opinioni, oppure cambiamo troppo tardi, quando non ne vale più la pena ]
 


Blog dall'aggiornamento saltuario per avvenuta seconda paternità del titolare. 



Ritagli di sport 


Racconto Fotografico


C'è del Bang&Olufsen in Danimarca

 


Ciao Cipe

 

 



The Right Nation
Walking Class

1972
Calimero
Carlo Menegante
Federalista
Guerre civili
I love America
Jim Momo
KrilliX
Regime Change

 


 





 

 


16 febbraio 2007


Gerontocrazia

In questo paese malato di vecchiume, perfino nelle contestazioni giovanili si riesce a liberarsi dei vecchi arnesi.

Viva il Patto Generazionale




permalink | inviato da il 16/2/2007 alle 13:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 febbraio 2007


Benvenuti

Chi in questi giorni percorre l'autostrada che collega l'aeroporto di Fiumicino a Roma, non potrà non notare con interesse due grandi manifesti che si affacciano sul manto stradale appena lasciati i terminal.

Il primo è firmato dalla Hyundai, il secondo da LG. Non si tratta però di pubblicità. Le due aziende coreane danno il benvenuto in Italia al presidente Roh Moo-hyun che visiterà il nostro paese nei prossimi giorni. E, si desume, percorrerà la strada in questione. Questa è la parte democratica.

Chissà se in India, il nostro premier Prodi è stato accolto da striscioni della Fiat o Telecom?


Aggiornamento del 14 febbraio
C'è anche un cartello rotante di Samsung con tanto di foto del Presidente e della first lady. Nel caso qualcuno avesse equivocato parliamo della Corea del Sud. Seoul non Pyongyang. Quella democratica, liberale.




permalink | inviato da il 13/2/2007 alle 11:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


7 febbraio 2007


Lettere / Massimo D'Alema a Condoleeza Rice

Scoop di Camillo (quando non scrive di calcio è il più brillante giornalista del bigonzo)

"Cara Condi, pretendo le tue scuse.

Ero recalcitrante in privato, perché sono giocoso ma anche orgoglioso. Sfidato in pubblico, la tentazione di cederti è forte. E non le resisto. Siamo stati insieme da una vita. Tre vertici adorabili che hai preparato con la cura e il rigore amoroso di quella splendida persona che sei, e che sei sempre stata per me dal giorno in cui ci siamo conosciuti e innamorati.

Abbiamo fatto insieme più cose belle di quante entrambi siamo disposti a riconoscerne in un periodo di turbolenza e di affanno. Ma finirà, e finirà nella dolcezza come tutte le storie vere. Le mie giornate sono pazzesche, lo sai. Il lavoro, la politica, i problemi, l’Ikarus, gli spostamenti e gli esami pubblici che non finiscono mai, una vita sotto costante pressione. La responsabilità continua verso gli altri e verso di sè, anche verso un’amica che si ama nella comprensione e nell'incomprensione, verso tutti i compagni, tutto questo apre lo spazio alla piccola irresponsabilità di un carattere giocoso e autoironico e spesso irriverente.

Ma la mia dignità non c'entra, la custodisco come un bene prezioso nel mio cuore anche quando dalla mia bocca esce la battuta spensierata, il riferimento galante, la bagattella di un momento. Ma proposte di amicizia, no, credimi, non ne ho ricevute mai da nessuno.

Scusati dunque, te ne prego, e prendi questa testimonianza pubblica di un orgoglio privato che cede alla mia collera come un atto d'amore. Uno tra tanti.

Bye Bye Condi.
Un grosso bacio, Max".
 




permalink | inviato da il 7/2/2007 alle 14:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


6 febbraio 2007


Violenza negli stadi: proposta

Non sarà risolutiva del problema della violenza. Soprattutto per quella che avviene fuori dagli stadi. Ma per quanto riguarda la gestione dell'ordine pubblico mi chiedo perché non si provveda a dividere in una decina di settori separati le curve. Un conto è avere di fronte un magma di 6/7 mila persone, un conto dividerlo in piccole aree di 600/700 persone. In caso di lanci di oggetti o esibizione di striscioni razzisti o altro ancora sarebbe molto più facile riuscire ad individuare i responsabili.




permalink | inviato da il 6/2/2007 alle 12:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


2 febbraio 2007


Qualcuno avvisi Camillo

Il buon Christian Rocca ogni settimana ci ha aggiornato sull'inquietante sequela di giocatori squalificati nelle squadre che dovevano affrontare l'Inter.

Domenica c'è il big match. La partita più importante della stagione. Bene, la Roma è al completo. Ai padroni di casa invece mancherà Burdisso, il difensore più in forma del campionato. Solo che questa volta Camillo si è dimenticato di segnalarlo.




permalink | inviato da il 2/2/2007 alle 10:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


1 febbraio 2007


Scoop: la lettera il Cav. l'ha scritta per Ronaldo

Caro Massimo,

eccoti le mie scuse. Ero recalcitrante in privato, perché sono giocoso ma anche orgoglioso. Sfidato in pubblico, la tentazione di cederti è forte. E non le resisto. Siamo stati insieme da una vita. Tre campionati adorabili che hai preparato con la cura e il rigore amoroso di quella splendida persona che sei, e che sei sempre stata per me dal giorno in cui ci siamo conosciuti e innamorati. Abbiamo fatto insieme più cose belle di quante entrambi siamo disposti a riconoscerne in un periodo di turbolenza e di affanno. Ma finirà, e finirà nella dolcezza come tutte le storie vere.

Le mie giornate sono pazzesche, lo sai. Il lavoro, la politica, i problemi, gli spostamenti e gli esami pubblici che non finiscono mai, una vita sotto costante pressione. La responsabilità continua verso gli altri e verso di sè, anche verso un amico che si ama nella comprensione e nell'incomprensione, verso tutti i compagni, tutto questo apre lo spazio alla piccola irresponsabilità di un carattere giocoso e autoironico e spesso irriverente. Ma la tua dignità non c'entra, la custodisco come un bene prezioso nel mio cuore anche quando dalla mia bocca esce la battuta spensierata, il riferimento galante, la bagattella di un momento. Ma proposte di amicizia, no, credimi, non ne ho fatte mai a nessuno. Scusami dunque, te ne prego, e prendi questa testimonianza pubblica di un orgoglio privato che cede alla tua collera come un atto d'amore. Uno tra tanti.

Un grosso bacio, Ronaldo".

(da
Camillo)




permalink | inviato da il 1/2/2007 alle 15:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo